0

Intervision spostato in Primavera: sarà scontro con l’Eurovision?

L’Intervision Song Contest non s’ha da fare. Almeno per adesso. Lo ha annunciato l’organizzazione del concorso, spostando da Ottobre 2014 alla primavera del 2015 l’evento, che nelle intenzioni dovrebbe svolgersi a Sochi, sfruttando le strutture olimpiche. La motivazione è essenzialmente la situazione politica bollente nella zona interessata ovvero l’intera area dell’ex Unione Sovietica e gli stati vicini dell’Asia.

Intervision

L’idea di rilanciare il concorso, che si era svolto per quattro edizioni fra il 1977 e il 1980 con sede a Sopot, in Polonia (e allora comprendeva tutta l’area dell’est europeo ma era aperto anche al resto del Mondo) e poi nel 2008, a Sochi su iniziativa del presidente russo Putin aprendolo però solo ad ex Urss, Cina e Asia centrale, era nata in seguito alle polemiche di alcuni esponenti polemici russi alla partecipazione e poi alla vittoria di Conchita Wurst all’Eurovision Song Contest.  Un rilancio del concorso nel quale non ci dovrebbe essere spazio, secondo i promotori, per esponenti della cultura LGBT.

Continua a leggere

0

Eurovision Rewind/1989: Jugoslavia, la (de)Riva del successo

Alla vigilia dell’edizione 1989 dell’Eurovision Song Contest, in pochi avrebbero scommesso sulla vittoria della Jugoslavia.  Perché il paese era si in grande crescita, eurovisivamente parlando, ma la canzone in concorso non sembrava abbastanza forte. E soprattutto, mai la rassegna era andata oltrecortina, meno che mai si pensava potesse arrivarci in quegli anni, in cui i primi sommovimenti  politici stavano cambiando l’assetto geopolitico del continente.

ESC 1989

E invece al Palais des Beaulieu di  Losanna, nel secondo e ultimo Eurovision in terra svizzera, si impongono i Riva. Semiesordiente, il quintetto di Zara è sorteggiato a chiudere le esibizioni e il suo brano “Rock me” spicca abbastanza agevolmente in una edizione media. Grandi sconfitti della serata i britannici Live Report: “Why do I always get wrong è seconda per soli 7 punti, nonostante l’ottima performance del frontman, il maltese Ray Caruana.

Continua a leggere

0

Conchita Wurst in Italia: una Fenice al Padova Pride Village

Dopo avervi raccontato la conferenza stampa con Conchita Wurst, passiamo ora al resoconto più atteso, quello della serata al Padova Pride Village trascorsa in compagnia della voce della vincitrice dell’Eurovision Song Contest 2014.

Il padiglione 11 di Padova Fiere gremito di gente ha atteso l’arrivo dell’artista. Pubblico caldo e colorato (diversi spettatori indossavano simpaticamente barba e parrucca, altri delle magliette con il volto della cantante), per la maggior parte appartenente alla comunità LGBT, vista la connotazione della kermesse che ha ospitato Conchita, ma anche tanti uomini e donne in coppia e non, di tutte le età, segno che il personaggio cattura l’attenzione di tanti.

conchitapadova3

Con un ritardo di mezz’ora dovuto ai lunghi ringraziamenti dello staff del Padova Pride Village (l’ospitata di Conchita è stato infatti l’evento di chiusura della kermesse durata due mesi) capitanato dall’onorevole di SEL Alessandro Zan, la cantante austriaca è salita sul palco per cantare cinque brani.

Continua a leggere

0

Conchita Wurst in Italia: l’incontro con la stampa

Disponibile e alla mano in conferenza stampa, sicura di sé e pronta a donarsi al pubblico sul palco. Conchita Wurst è volata finalmente anche in Italia dove, ieri sera, si è esibita al Padova Pride Village.

È stata la prima apparizione italiana per Conchita, emozionata e un po’ sorpresa per l’affetto degli spettatori che l’hanno acclamata a gran voce, acuto dopo acuto.

conchitapadova1

Conchita Wurst e l’onorevole di SEL Alessandro Zan, ideatore della kermesse Padova Pride Village

Eurofestival News era presente all’incontro stampa con la cantante, tenutosi verso le 20 e durato circa 15 minuti. Telegiornali, testate nazionali e locali, siti internet (LGBT e non solo), radio FM e web, tutti pazzi per la performer austriaca che, come nei migliori cliché sul nostro paese, ha espresso il desiderio di gustare della pizza (sul palco ha poi confermato di averla mangiata trovandola deliziosa), ma non solo…

Continua a leggere

0

Eurovision 2015: in Francia sarà trasmesso su France 2

Logo France 2Cambio di canale per il prossimo Eurovision Song Contest, almeno per quanto riguarda i nostri vicini francesi. E’ di oggi la notizia, riportata dall’emittente radiofonica Europe1 e dai principali portali di informazione, che la trasmissione del 60° Eurovision Song Contest in Francia non sarà più sul canale France 3 (come avvenuto fino ad ora) ma su France 2.

Di fatto oltre ad una “promozione” (France 2 è il secondo canale tv più seguito in Francia con una media di share annuale del 14.3% contro il 9.4% di France 3) si tratta di un ritorno al passato. France 2 infatti (che fino al 1992 si chiamava Antenne 2) aveva già trasmesso l’evento tra il 1983 e il 1998.

Anche se non sono ancora noti i nomi, con molta probabilità l’evento potrebbe essere commentato da uno dei volti noti di France 2 (Tex, Stéphane Bern, Olivier Minne e Laurent Ruquier). L’obiettivo della televisione francese, dopo gli ascolti deludenti dello scorso anno (anche a causa della concorrenza di The Voice, che con la finale incassò oltre 6 milioni di telespettatori) è quello di rilanciare e dare maggiore visibilità all’evento. Il dossier “Eurovision” è ora nelle mani di Nathalie André, a capo della sezione varietà e intrattenimento di France 2, e questa prima novità sarà sicuramente accolta positivamente da tutti gli appassionati dell’evento.