25

Sanremo 2012, ecco tutti i big e giovani: uno di questi ci rappresenterà a Baku

E’ stata ufficializzata oggi a Domenica In la lista dei 14 big che dal 14 al 18 febbraio prenderanno parte al sessantaduesimo Festival di Sanremo. Come da noi anticipato, non c’è Marco Mengoni, mentre ci sono tre debutti assoluti: Chiara Civello, Marlene Kuntz e Pierdavide Carone e un esordio fra i big, quello di Nina Zilli. Sabato è stato completato anche il quadro degli 8 giovani del Festival, 6 dei quali promossi da Sanremosocial, il concorso in rete e due selezionati attraverso Area Sanremo. I brani dei giovani sono ascoltabili per intero a questo link, mentre come è noto, quelli dei big avranno il primo ascolto all’Ariston. Uno di questi 22 artisti sarà il rappresentante italiano all’Eurovision Song Contest, il 26 maggio a Baku: lo sceglierà a Sanremo una apposita commissione. Ecco una piccola scheda degli artisti in gara.

CATEGORIA BIG

  • ARISA  (Warner) – La Notte. E’ alla terza partecipazione, dopo la vittoria nel 2009 fra i Giovani con la mitica “Sincerità” e la presenza con le Sorelle Marinetti nel 2010. Il suo brano è firmato da Mauro Pagani della Pfm. Duetterà con Josè Feliciano in ‘Que Serà’.
  • SAMUELE BERSANI (etichetta indipendente) – Un pallone: torna dopo il quinto posto con “Replay” del 2000. Canterà in duetto con Goran Bregovic ‘My sweet Romagna’.
  • PIERDAVIDE CARONE & Lucio Dalla (Sony) - Nanì. Canterà in duetto con Mads Langer ‘Anema e core’. Pierdavide Carone, terzo classificato due anni fa ad Amici, mentre era nel talent show compose il brano “Per tutte le volte che” di Valerio Scanu, che vinse Sanremo 2010. All’esordio da solista. Nonostante sia cantautore, porta un brano di Lucio Dalla, che gli dirigerà l’orchestra.
  • CHIARA CIVELLO – Al posto del mondo (Universal Classic): all’esordio. Pianista e cantautrice jazz (ma non disdegna anche ritmi più esotici come la Bossa Nova), diplomata al Berkley College of Music di New York (come Radiosa Romani, l’autrice di Senit dell’ESC 2011 per San Marino). Più popolare all’estero che in Italia, compone maggiormente in inglese. Duetterà con Shaggy in ‘You don’t have to say you love me’.
  • GIGI D’ALESSIO & LOREDANA BERTE’- Respirare (Sony): Gigi D’Alessio è alla quarta presenza da solista, senza vittorie. Loredana Bertè torna  dopo la squalifica per brano non inedito del 2008, è alla decima partecipazione, la nona da solista. Duetto con Nina Hagen in ‘Auf der welt’.
  • DOLCENERA (Emi) – Ci vediamo a casa. Reduce da buoni successi radiofonici, la cantautrice leccese è alla quarta apparizione all’Ariston, la terza fra i big, dopo aver vinto i Giovani nel 2003. Canterà con Professor Green ‘My life is mine’.
  • EMMA – Non è l’inferno (Universal). Seconda l’anno scorso fra i big insieme ai Modà, il leader della band Kekko Silvestre firma di nuovo il suo brano. Vincitrice di Amici 9, l’edizione in cui Carone giunse terzo. Duetterà con Gary Go in ‘If paradise is half as nice’.
  • EUGENIO FINARDI – E tu lo chiami Dio (etichetta indipendente)-  Ha risolto  i problemi con la sua etichetta e torna per il quarto anno, dopo l’ultima esperienza del 1999. Duetterà con NOA in ‘Surrender’. Noa, ricordiamolo, rappresentò Israele all’Eurofestival del 2009 insieme a Mira Awad (oltre a diversi premi e onoreficenze ottenute negli anni, come il Premio Artista per la Pace nel 2001 o il titolo di Cavaliere della Repubblica Italiana nel 2007).
  • IRENE FORNACIARI – Il mio grande mistero (Polydor, gruppo Universal). Canterà con Brian May ‘I who have nothing’. Per Irene è la terza apparizione, la seconda nei big, la prima da solista dopo la featuring dei Nomadi due anni fa.
  • MARLENE KUNTZ – Canzone per un figlio (Sony). Esordienti, sono la vera sorpresa del cast. Dal 1994 sono esponenti di successo della scena indie rock italiana, quattordici album all’attivo più due raccolte. Rimanendo in tema rock, il duetto sarà con Patti Smith e ‘The world became the world’.
  • NOEMI (Sony) – Sono solo parole. Ex partecipante di X Factor, nel 2010, quando vinse Scanu, era in concorso anche lei e giunse nel gruppone di semifinale, si dice quarta ufficiosa al traguardo. Il suo brano è firmato da Fabrizio Moro. Duetterà con Sarah Jane Morris in ‘To feel in love’.
  • FRANCESCO RENGA (Universal)La bellezza. Vincitore nel 2005, è alla quinta partecipazione, la quarta da solista (la prima fu con i Timoria), la terza fra i big. Duetterà con l’artista spagnolo Sergio Dalma in ‘El mundo’.
  • NINA ZILLI – Per Sempre (Universal). Canterà Con Skye dei Morcheeba ‘Never never never’. Vincitrice morale e Premio della Critica dell’edizione 2010 fra i Giovani, l’anno scorso fu ospite dei La Crus nella serata duetti. E’ dunque all’esordio fra i big.
  • MATIA BAZAR – Sei tu (Universal). Ottennero il 15esimo posto all’Eurovision Song Contest del 1979 con il brano ‘Raggio di luna’ e il primo posto a Sanremo del 1978 e del 2002. Duetteranno con Al Jarreau in ‘Speak softly love’.

 

SEZIONE GIOVANI

  • BIDIEL – Sono un errore (senza etichetta) - Catanesi, sono la band di Brando Madonia, figlio del cantautore Luca, in gara l’anno scorso fri i big. Da Area Sanremo
  • IO HO SEMPRE VOGLIA – Incredibile (Sony) – Di Monopoli (BA). Da Area Sanremo.
  • ERICA MOU – Nella vasca da bagno del tempo (Sugar) – Unica portacolori della Sugar. Reduce da un buon album, lanciata due anni fa da Musicultura. E’ una delle favorite per la vittoria finale.
  • ALESSANDRO CASILLO – E’ vero (Sony)- Appena 15 anni (ne farà 16  a giugno), secondo classificato quest’anno al talent show per ragazzi di Canale 5 “Io Canto”. E’ l’altro grande favorito. Unico nome che possiamo già dare per escluso all’ESC visto che non compierà 16 anni prima delle tre serate che si terranno a Baku.
  • CELESTE GAIA – Carlo (senza etichetta) - Cantautrice pavese all’esordio, il suo tormentone ha conquistato il gruppo d’ascolto.
  • MARCO GUAZZONE – Guasto (Emi) – Romano, 22 anni, pianista e compositore dal sound internazionale. Ha già suonato all’estero, in particolare a Londra ed in Grecia
  • GIULIA ANANIA – La mail che non ti ho scritto (senza etichetta) - Romana, cantautrice e poetessa, già vincitrice nel 2008 del Premio Augusto Daolio, come anche Erica Mou (nello stesso anno
  • DANA ANGI – Incognita poesia (senza etichetta) – Giordana “Dana” Angi, appena 18 anni (compiuti il 12 gennaio), nata in Francia ma residente ad Aprilia.

25 Comments

  1. D’Alessio e la Bertè in coppia con Nina Hagen? Una cosa esplosiva!!!! Nina Hagen era una delle mie cantanti preferite negli anni 80.

    Ciao!

  2. Io voglio Erica Mou!!!! Secondo me potrebbe farci fare una bellissima figura, come con Raphael l’anno scorso!

  3. Speriamo non scelgano Casillo per l’Eurovision… non perchè non mi piaccia, ma perchè per partecipare dovrebbe avere minimo 16 anni da compiere prima dell’inizio dell’Eurovision, mentre lui li compirà dopo… e se succedesse che scelgono lui, ci sarebbero casini :S

    • Come abbiamo segnalato nel post aggiornato, Casillo è l’unico certamente escluso.. non ha l’età per partecipare e compierà 16 anni dopo l’ESC (a giugno), quindi niente Casillo :-)

  4. Sì, hai ragione Alex, però metti caso che la giuria che deve scegliere il rappresentante all’ESC magari non si ricorda di questa regola… siamo in Italia, tutto può succedere :S

    • No tranquillo Gianluca.. lo scorso anno in Rai chi si doveva occupare di ESc si è studiato un bel po’ l’evento e almeno su questo posso garantirti che sono già a conoscenza.. ci mancherebbe altro eheh :-)


  5. Gina:

    Vogliamo Noemi all’Eurovision Song Festival!!!!!!!!!!!

    Concordo! Credo che, tra i Big, sia senza dubbio se non la più meritevole tra le più meritevoli. Uno splendido modo di diffondere la musica che si fa in Italia, nel mondo.

  6. Redazione di eurofestivalnews.com vi devo sculacciare non avete scritto che Sergio Dalma ha partecipato all’eurofestival, addirittura nel anno 1991 la famosa edizione romana, non avete scritto che Goran bregovic ha cantato nel interval act del 2008, vabbe’ vi perdono perche’ sospetto che la nostra rappresentante all’esc viene da una citta’ a me molto ma molto vicina, la reggiana Irene Fornaciari, il papa’ molto molto amico della Katty, e’ la seconda reggiana a rappresentari all’esc dopo la zanicchi all’epoca di Franco.

    • Dai israel..abbiamo dato la lista dei partecipanti al volo, se ci mettevamo a scrivere tutto tutto pubblicavamo la notizia due.ore dopo eheh :-).

  7. Io direi ARISA, CHIARA CIVELLO, NOEMI o NINA ZILLI.
    Tra i giovani nn so. Ma che il nome DANA che al ESC porta bn. Dana 1970 Irlanda, Dana International 1998 e 2011 Israele tutte due vincitrici anke. Ma ki sa bisogna ascoltarle brima :)

    • Parere puramente personale, ma se bloccassero D’Alessio e la Bertè non penso sia questa gran perdita, ma.ripeto, gusti personali, a me D’Alessio proprio non piace..

  8. Oh, non è che io mi metterei a piangere, eh? Ma sono l’unico che pensa che D’Alessio faccia canzoni TUTTE UGUALI? XD

  9. Personalmente, porterei Chiara Civello. O Nina Zilli. La seconda è l’unica veramente “eurovisiva” fra quelli scelti da Mazzi e Morandi, la prima darebbe un tocco di livello altissimo alla scelta italiana, sarebbe un prodotto di grande spessore. Ah si, ci sarebbero i Matia Bazar, ma ormai fanno la stessa canzone da tre lustri….Fra i giovani l’unico sarebbe Guazzone. Oppure il tormentone di Celeste Gaia che secondo me non sfigurerebbe. Ma siccome le case discografiche dovranno pagarsi Baku e Celeste Gaia non ne ha una (almeno per ora)… Erica Mou potrebbe anche farcela. Ma non certo per la canzone.


  10. SimoneMLK:

    Oh, non è che io mi metterei a piangere, eh? Ma sono l’unico che pensa che D’Alessio faccia canzoni TUTTE UGUALI? XD

    Tranquillo, non sei l’unico.. Fra l’altro non ha mai prodotto neanche una nota originale, in vita sua… Ci sono certi video da brividi sul Tubo…

  11. Fra i giovani quelli che ad un primo ascolto potrebbero farci fare una bella figura sono Marco Guazzone, Celeste Gaia (peccato che per lei le probabilità sono pochine…) e Erica Mou, mentre fra i big Noemi e Nina Zilli ad occhi chiusi!

  12. Analizzando ogni descrizione degli artisti del festival di San Remo 2012 ed ogni canzoni eventuali che sarebbero suscettibili di rappresentare l’Italia a Eurofestival, personalmente posso dire che l’artista che merita e che corrisponde meglio a questo lavoro è Samuele Bersani. Ha tutto per soddisfare tanto fisicamente che artisticamente. Auguro dunque buona fortuna a Samuele Bersani!

Comments are closed.